Langhe, alla scoperta del territorio

Le Langhe, a cavallo tra le provincie di Cuneo e Asti, sono una vera e propria gioia per gli occhi e il palato. Dolci colline ricoperte da vigneti e tortuose strade panoramiche conducono a cascine, castelli, agriturismi dove gustare e acquistare la migliore gastronomia locale e cantine in cui sorseggiare la straordinaria varietà di vini caratteristici.

Queste terre piemontesi, fatte di regge, palazzi e giardini, conservano intatta la propria anima antica e originaria grazie a boschi di querce, pascoli, fagiani e cinghiali, borghi di pietra e chiese rurali. Il cuore delle Langhe è costituito da due città famose in tutto il mondo: Alba e Barolo.

Giungere ad Alba vuol dire innanzitutto percorrere le numerose colline che disegnano un percorso spettacolare da percorrere in auto, a cavallo o in moto. Che amiate vino, tartufi, architettura e palazzi non importa, la città di Alba saprà convincere e sorprendere anche i più scettici. La città possiede salde radici storiche, come sottolineano le numerose torri, le strade medievali e i religiosi campanili, ma ciò che più attira turisti italiani, e non, è sicuramente la ricca gastronomia.

Al centro della cucina spicca il tartufo bianco di Alba al quale è dedicata ogni anno in autunno la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco. Il vino Barolo prende il nome dal paese omonimo, e come il suo vino anche il borgo di Barolo ha origini antiche e profonde. La città non dà solo i natali all’omonimo e pregiatissimo vino, ma è anche un antico paese medioevale che costituisce il secondo polo di attrattiva, attorno al quale sorgono anche altri magnifici e importanti borghi medioevali, quali La MorraSerralungaCastiglione FallettoRoddi.

Il centro è dominato dal Castello dei Marchesi Falletti che oggi ospita il Museo del Vino contraddistinto da percorsi didattici per coinvolgere il visitatore e condurlo in un viaggio attraverso la produzione, la cultura e la tradizione del vino.