I paesi delle Langhe

La Morra

Il paese

La Morra (A Mora [a’mʊra] in piemontese) è un comune italiano di 2 758 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte.

I monumenti

La torre campanaria, costruita coi resti del castello abbattuto nel 1544, si erge a pochi passi dal monumento bronzeo al Vignaiolo d’Italia (Antonio Munciguerra, 1972) e al busto marmoreo di Giuseppe Gabetti, compositore ottocentesco della Marcia Reale, il primo inno d’Italia. Poco distante trovate la Cantina Comunale, sorta nel 1973 ad opera dei vitivinicoltori di La Morra e ricavata nei locali settecenteschi del palazzo dei Marchesi di Barolo. A pochi passi si erge la parrocchiale di San Martino. A chiudere ci pensano la chiesa della Confraternita di San Rocco e il palazzo del Municipio con una facciata del 1765.

A metà di via Umberto si erge la chiesa della Confraternita di San Sebastiano con l’arioso campanile in cotto. Nelle vicinanze, la chiesetta di Santa Brigida con affreschi absidali del secolo XV. Al fondo di via Richieri sorge la cappella dedicata a Santa Lucia con pala ottocentesca.

La storia

Agli albori del II millennio la città di Alba Pompeia iniziò a dissodare le colline circostanti: fu allora che nacque il villaggio di Murra sulla cima del colle. Nel 1340 passò sotto il dominio della famiglia Falletti; nel 1402 si diede propri Statuti nei quali sono citati per la prima volta il vitigno Nebbiolo, dal quale trae origine il vino Barolo, e il Pignolo, ormai scomparso dal territorio lamorrese. Dopo alterne vicende sotto Francia e Spagna, nel 1631 passò ai Savoia.

Oggi La Morra rientra tra i paese che hanno reso il vino Barolo famoso in tutto il mondo.