I 10 vini più costosi al mondo – parte 2

Continuiamo il nostro articolo con i 10 vini più costosi. Se vi siete persi la prima parte, eccola qui.

5° posto: Chateau d’Yquem, 1787

Valore: 73.456€/bottiglia
Un anonimo collezionista proveniente dagli Stati Uniti si è aggiudicato nel 2006 questo vino da collezione che, assieme alla sua annata del 1847, è uno dei più antichi, costosi e famosi al mondo. Si dice fosse una delle bottiglie collezionate da Thomas Jefferson, padre fondatore e terzo presidente degli Stati Uniti.

4° posto: Bordeaux di Chateau Mouton Rothschild, 1945

Valore: 84.191€/bottiglia
Il costo astronomico di questo vino dipende sia dal fatto che la bottiglia venduta era un modello Jéroboam (con capacità di ben 3 litri), sia per la sua fama (fu persino citato da James Bond in uno dei sequel di 007) che, soprattutto, per il fatto che lo Chateau Mouton di quell’anno fu e tutt’oggi rimane una delle migliori annate dello scorso secolo.

3° posto: Chateau Cheval Blanc, 1947

Valore: 99.275€/bottiglia
Altra bottiglia con capienza di 3 litri; il suo valore all’asta fu dettato principalmente dalla sua annata e dalla sua fama di vino tra i migliori del pianeta.

2° posto: Chateau Lafite, 1787

Valore: 117.530€
“Vecchio” di 227 anni, anche questo vino ha fatto parte della collezione privata di Thomas Jefferson, si possono leggere infatti le iniziali “ThJ” del presidente incise sopra la bottiglia stessa, sebbene molti studiosi siano scettici a riguardo. La bottiglia appartiene dal 1985 a Malcom Forbes, editore della famosissima rivista omonima.

1° posto: Chateau Margaux, 1787

Valore: 165.275€
Al primo posto di questa classifica c’è un altro vino originariamente appartenuto a Thomas Jefferson, con una storia particolare: il suo costo infatti non è stato dettato dalla sua vendita ad un’asta, bensì dal risarcimento che un’assicurazione americana ha dovuto riconoscere all’allora proprietario della bottiglia, William Sokolin.
Sokolin, celebre mercante di vini, era stato invitato ad una cena organizzata proprio da Chateau Margaux presso l’hotel Four Season Hotel di New York; l’uomo portò con sé la bottiglia per onorare la casa vinicola, ma un cameriere la urtò e la ridusse in pezzi. Sokolin chiese un risarcimento pari a 500.000€ dollari, ma ne ottenne “solo” la metà, rendendo questa bottiglia di fatto la più “costosa” del mondo, anche se scomparsa per sempre.