I paesi delle Langhe

Barolo

Il paese

Barolo (Bareu o Bareul in piemontese) è un comune italiano di 739 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte. Il paese si trova adagiato su un piccolo altopiano, a forma di sperone, protetto da rilievi circostanti, disposti ad anfiteatro. Colpisce il diverso posizionamento del suo nucleo urbano rispetto ai paesi adiacenti, posti attorno alla sommità di un colle o lungo un crinale.

I monumenti

Il Castello. Affascinante e imponente, racconta mille anni di storia. All’interno delle sale, sono visitabili la Biblioteca Storica ordinata da Silvio Pellico e il Museo delle Contadinerie. Di frequente vengono allestite importanti mostre d’arte. Nelle antiche cantine ha sede la prestigiosa Enoteca Regionale del Barolo. Dal 2007 fa parte del circuito degli 8 Castelli Doc. È inoltre inserito nel circuito dei “Castelli Aperti” del Basso Piemonte.

La storia

Il primo insediamento sul territorio è di origine barbarica. Fu dominata dai Longobardi, passo’ sotto la Contea di Alba e successivamente a quella di Torino. Nel 1250 la famiglia Falletti acquisì tutti i possedimenti. I Falletti erano una potente famiglia di banchieri, esponenti della nuova borghesia, segnarono il destino di Barolo e le zone circostanti. Nel 1486 Barolo aderì allo Stato Monferrino, passando poi nel 1631 ai Savoia con il trattato di Cherasco. Divenne poi Marchesato nel 1730, il primo Marchese fu Gerolamo IV. Dopo ci furono soltanto altri due Marchesi: Ottavio Alessandro Falletti e Carlo Tancredi, alla morte di quest’ultimo governò sua moglie Juliette Colbert.

Essa si distinse per le sue azioni a favore dei più deboli. Alla sua morte nel 1864 vi fu la costituzione dell’Opera Pia Barolo alla quale lasciò l’intero patrimonio di famiglia.