Sulla via di Collisioni: Renga

Continuiamo il nostro excursus sulla edizione 2018 del festival Collisioni a Barolo conoscendo più da vicino il terzo membro del trittico di cantautori italiani che si esibiranno il 30 Giugno nel palco principale della piazza di Barolo, insieme con Nek e Max Pezzali. E’ il turno di Francesco Renga.

Francesco Renga, una delle voci più interessanti nel panorama musicale italiano, è nato a Udine il 12 giugno del 1968. Si dedica alla musica fin da giovanissimo, ma il suo talento vocale si fa conoscere al grande pubblico quando entra a far parte come cantante del gruppo Timoria, che pubblica il suo primo album nel 1990 (Colori che esplodono). Nel 1991 vince con loro il premio della critica della sezione Giovani del Festival di Sanremo.

Il sodalizio con il gruppo dura fino alla fine degli anni Novanta, quando Francesco Renga decide di lasciare i Timoria e dedicarsi a una carriera da solista. Nel 2000 esce con il disco intitolato Francesco Renga, nel quale però l’artista sente di non essere riuscito appieno a esprimere le sue potenzialità. L’anno dopo partecipa, sempre nella categoria Giovani, al Festival di Sanremo con la canzone Raccontami, con la quale vince il Premio della critica. Bisogna aspettare il 2005 per vederlo trionfare al Festival con il pezzo Angelo, dedicato alla figlia Jolanda avuta l’anno precedente con Ambra Angiolini.

Francesco Renga affianca la carriera di cantautore di successo con altre attività. Nel 2007 pubblica il suo libro Come mi viene – Vite di ferro e cartone, legato all’album Ferro e cartone uscito nello stesso anno. I capitoli del libro seguono le tracce del disco, e sono un approfondimento delle tematiche dell’album. Collabora con diversi artisti sia duettando con loro, sia collaborando alla stesura di brani. Nel 2015 è scelto da Maria de Filippi per fare il giudice nella trasmissione Amici.